Come allestire il sito web da soli
4 min

Come allestire il sito web da soli

Il bernese Fabian Seiler ha realizzato il suo sogno aprendo una palestra tutta sua. Il suo sito web lo aiuta a farsi conoscere. In questo articolo ci svela il suo approccio e perché nella sua palestra non ci sono specchi.

Fabian Seiler ha cominciato la sua carriera al verde. Nel vero senso della parola. Come personal trainer seguiva un piccolo gruppo di quattro persone. Dovevano allenarsi all’aperto, in un parco. «Per quest’ora di allenamento venivo apposta da Zurigo a Berna», ricorda. Tuttavia, i partecipanti erano soddisfatti e il training dava buoni frutti. Fabian Seiler decise così di continuare. «Grazie al passaparola ho formato un gruppo di 30 persone». Continuava comunque a non avere una palestra e così si allenavano all’aperto, a prescindere dalle condizioni meteorologiche, in estate o in inverno che fosse. «Dovevamo improvvisare», ricorda Fabian Seiler. «Per l’allenamento di potenziamento muscolare tiravamo automobili o slitte, a seconda della stagione».

Ed evidentemente, l’approccio di Fabian Seiler ha mietuto proseliti. Al gruppo non si univano spontaneamente solo gli iscritti di altre palestre. «In allenamento ho anche conosciuto la mia ragazza», sorride il trainer trentenne.

«Durante il training a volte tiravamo slitte, altre volte automobili».

Arrivò però il giorno in cui il prato si era fatto effettivamente troppo stretto. Il gruppo aveva raggiunto infatti le 60 persone. Fabian Seiler decise così di fare il grande passo e di aprire una palestra. 50 persone del gruppo lo seguirono. E così il bernese Fabian Seiler è tornato da Zurigo a Berna, dove, nella Thunstrasse, ha aperto il Rope Fitness. Ed è qui che ci incontriamo per questa intervista.

Era il 2015. Da allora Rope Fitness ha avuto una crescita costante. Il successo è voluto, ma c’è un prezzo da pagare. «Lavoro tantissimo e a stento ho tempo di occuparmi di altro», spiega Fabian Seiler. Non è raro che a volte rimanga in palestra dalle sei e mezzo del mattino fino alle dieci di sera. Non gli resta quindi molto tempo per occuparsi del sito web con relativo online shop. «Ci investo circa 30 minuti a settimana», spiega. E apprezza che semplici modifiche al sito web siano anche facili da realizzare.

Il sito web non è solo un biglietto da visita, ma anche centro informazioni e landing page. «Oltra alle attività SEO, effettuo anche pubblicità sui motori di ricerca e campagne regionali su Facebook per acquisire nuovi clienti», spiega Fabian Seiler. E da dove viene il suo know-how? «Non ho tempo di stare ore al computer. E non ne ho nemmeno la pazienza», afferma. «Mi hanno dato una mano amici e conoscenti».

Fabian Seiler si allena con una cliente
Seguire personalmente i suoi clienti è la passione di Fabian Seiler. Qui assiste l’allenamento di Aniya Seki, campionessa mondiale di pugilato.

Interrompiamo brevemente l’intervista. Nel frattempo alcuni clienti sono arrivati in palestra. È necessaria l’assistenza di Fabian Seiler. Perché la sua idea di training prevede un programma personalizzato per ogni cliente. C’è bisogno del personal trainer, professione e passione di Fabian Seiler. Si alza e va da Aniya Seki, che stamattina svolge il suo allenamento di potenziamento muscolare. La campionessa mondiale di pugilato è una delle cienti piu fedeli.

«Senza sito web non potrei mai gestire l’organizzazione dei corsi».

Al suo ritorno, riprendiamo a parlare di tecnologia digitale. «Senza il mio sito web non potrei mai gestire l’organizzazione dei corsi», afferma Fabian Seiler facendo riferimento ai suoi iscritti. «Solo con la gestione dei corsi digitali ho una visione d’insieme e così so, ad esempio, per quali training di gruppo c’è ancora posto».

Rope Fitness sta andando bene, ma Fabian Seiler vuole crescere ancora. Per questo non punta solo sui flyer e una newsletter, ma anche sulle campagne su Facebook. Così può raggiungere in modo mirato i clienti nella regione. Perché la concorrenza è grande. C’è quindi una ricetta segreta per la crescita di Rope Fitness? «Ci concentriamo sugli obiettivi di training dei nostri iscritti e su un allenamento efficiente e funzionale. Forse è questa la differenza», suppone Fabian Seiler. Le foto prima-dopo all’ingresso dimostrano l’efficacia di questo metodo.

Ciò che spicca particolarmente stamane: chi si allena è assorto e concentrato su se stesso. Non viene per vedere e farsi vedere. Qui ciò che conta è il training, non le apparenze. «Per questo non abbiamo specchi alle pareti», racconta Fabian Seiler con il suo sorriso smaliziato.

 

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*

Leggete ora