Come proteggere il proprio PC dai virus
4 min

Come proteggere il proprio PC dai virus

Proteggete il vostro PC dagli attacchi su internet!

 

La maggior parte dei computer è oggi costantemente collegata a internet, perché lavorare offline è ormai diventato impossibile. Nonostante tutti i vantaggi che offre, la rete mondiale di computer funge contemporaneamente da via di accesso per malware e software maligni di ogni tipo. Oltre ai “classici” virus, ultimamente sono sempre più frequenti i cosiddetti ransomware. Questo tipo di software è in grado di cifrare i file sul computer, che vengono riportati in chiaro solo dietro il pagamento di un “riscatto” (ransom in inglese). Una volta che i dati sono stati cifrati e se non si soddisfano le richieste dell’“estorsore”, nella maggior parte dei casi sono irrimediabilmente persi. Secondo il rapporto «Internet Security Threat Report 2016» della Symantec, nell’ultimo anno il numero di attacchi simili è aumentato del 35 percento.

 

Proteggere il PC da malware

La scorsa settimana, nel quadro della giornata nazionale di sensibilizzazione contro i ransomware (Ransomware Day), la Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione (MELANI) ha raccolto alcuni consigli utili che spiegano come proteggere un computer Windows dai malware e come ripristinare l’accesso ai propri dati in caso di “attacco”.

I seguenti consigli minimizzano il rischio di infezioni da ransomware in base alle nozioni più recenti. Perché una garanzia assoluta non esiste.

 

1. Effettuate regolarmente dei backup

Eseguite regolarmente una copia di sicurezza (backup) dei propri dati. La copia di sicurezza dovrebbe essere salvata “offline”, cioè su un supporto esterno, ad esempio un disco rigido esterno che non sia permanentemente accessibile tramite l’Esplora risorse di Windows. Assicuratevi che il supporto su cui eseguite la copia di sicurezza venga staccato dal computer subito dopo aver effettuato il processo di backup. In caso contrario l’attacco di un malware cifrerebbe probabilmente anche i dati salvati sul supporto per backup rendendoli inaccessibili. Dal momento che di norma anche le memorie online sono accessibili, per un backup sul cloud utilizzate un provider di backup dedicato che permetta l’accesso alla copia di dati esclusivamente attraverso il software di backup.

 

2. Mantenete il sistema operativo e il software aggiornati allo stato più recente

Nella maggior parte dei casi i programmi nocivi riescono a intrufolarsi nel computer attraverso lacune nella sicurezza. Fate quindi in modo che Windows, il software antivirus e le applicazioni siano sempre aggiornate. Ciò vale in particolare per il web browser, Java, Adobe Reader e il plugin Flash. Quest’ultimo può anche essere disattivato: le relative istruzioni per i più comuni browser si trovano in rete.

 

3. Utilizzate sempre un antivirus e un firewall

 In molti casi un software antivirus è in grado di riconoscere e bloccare i malware. Potete utilizzare il programma Windows Defender incluso nelle ultime versioni di Windows oppure un prodotto a pagamento. L’importante è che le definizioni siano sempre aggiornate.

Inoltre è necessario installare un “firewall personale” in grado di controllare il traffico di rete in uscita ed eventualmente di bloccare i malware. Anche in questo caso potete utilizzare il firewall di Windows oppure un prodotto esterno.

In aggiunta potete installare un programma specifico per individuare i ransomware, come ad es. quello di Trend Micro.

 

4. Non aprite mai allegati sospetti inviati via e-mail

Anche un’e-mail proveniente da un mittente che conoscete può contenere un virus. Se non siete sicuri se il link o l’allegato siano “affidabili”, procedete in questo modo:

  • Copiate il link nell’editor di Windows. Se l’indirizzo (URL) vi sembra sospetto, eliminate l’e-mail.
  • Salvate l’allegato sul computer e fate una scansione del file con l’antivirus.
  • In caso di dubbio e se conoscete il mittente dell’e-mail, chiedetegli maggiori informazioni.

 

Cosa fare in caso di un attacco da parte di un malware?

Se il vostro computer venisse infettato nonostante tutte le misure precauzionali, vi consigliamo di svolgere le seguenti operazioni, eventualmente insieme al vostro fornitore di servizi IT:

  1. Staccate il computer da internet per evitare un’ulteriore propagazione del malware. Spegnete il computer.
  2. Quindi installate nuovamente il sistema.
  3. Cambiate le password.
  4. Ripristinate i dati del backup effettuato in precedenza.
  5. In caso di attacco da parte di ransomware, non pagate il riscatto! MELANI consiglia di annunciare il caso al Servizio nazionale di coordinazione per la lotta contro la criminalità su Internet (SCOCI) e di sporgere denuncia presso il posto di polizia più vicino.

 

Vi auguriamo buon lavoro senza l’ombra di virus!

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*

Read now