Consigli e applicazioni per scattare foto mozzafiato con lo smartphone
6 min

Consigli e app per scattare foto di qualità con lo smartphone

Scattare belle fotografie con lo smartphone non capita per magia. Per ottenere dalle vostre foto il tanto ambito effetto “wow” dovete calibrare sapientemente inquadratura, esposizione e fotoritocco. Vi suggeriamo alcuni trucchi e app per migliorare le vostre foto, durante e dopo lo scatto.

Che sia per ragioni di lavoro o private, lo smartphone viene ormai utilizzato anche come macchina fotografica. Ma quando le condizioni di luce non sono ideali, come per esempio nei luoghi chiusi, i limiti del suo piccolo sensore si fanno subito sentire. Seguendo questi consigli potete ottenere il massimo dalle foto scattate con i vostri smartphone. E se il risultato ancora non vi convince, potete ricorrere alle applicazioni per ricavarne comunque delle belle foto.

Cinque consigli base per fotografare con lo smartphone

Nicolas Chicherio, formatore della Swisscom Academy, ha raccolto per voi cinque consigli che vi aiuteranno a migliorare i vostri scatti con lo smartphone già mentre fotografate.

Messa a fuoco

Tenete lo smartphone con le dita disposte diagonalmente agli angoli dell’apparecchio e utilizzate il corpo come punto di appoggio fermo per i gomiti. Premete sul pulsante del volume anziché sull’apposito tasto dello schermo. Gli smartphone Android permettono anche di attivare la guida vocale per azionare lo scatto dicendo, per esempio, “clic” o “cheese”.

Se volete catturare un panorama, tenete lo smartphone in posizione orizzontale. Mettetevi subito con i piedi nella posizione finale, ruotate poi il busto verso la posizione da cui volete iniziare a riprendere e premete sul tasto di scatto della fotocamera. Sebbene l’esercizio possa sembrarvi un po’ acrobatico, vi permette di muovere la fotocamera con tranquillità e di ottenere foto panoramiche di migliore qualità.

Inquadratura e luminosità

Inquadrate per bene l’oggetto o la persona che intendente fotografare premendo leggermente sul relativo punto dello schermo per regolare la luminosità. Questo tipo di messa a fuoco è particolarmente utile quando si scatta in ambienti chiusi o le condizioni di luminosità non sono ottimali.

Evitate di utilizzare il flash integrato nello smartphone, poiché la distanza è troppo ridotta per illuminare davvero la scena.

Utilizzate la griglia e i vostri piedi per zoomare

Attivando la griglia dell’applicazione fotografica potete non solo ottenere foto dritte, ma anche sfruttare la regola dei terzi: gli scatti risultano più accattivanti se il soggetto, o la persona, non si trova al centro dell’immagine, ma su una delle linee che dividono lo schermo in tre parti.

Evitate, se potete, di utilizzare lo zoom. Lo zoom digitale, infatti, serve solo a ingrandire l’immagine ritagliandola, dando così alle vostre foto un effetto sgranato. Per zoomare è invece preferibile usare i vostri piedi: avvicinatevi al soggetto più che potete, sempre che, ovviamente, non ci siano pericoli. Se siete in cima a una montagna o in giro in un safari per vedere i leoni, optate per uno zoom ottico da applicare come lente allo smartphone o una fotocamera di più alta qualità.

Scattate più foto a raffica

Tenendo premuto il tasto di scatto più a lungo, potete scattare una serie di foto per scegliere poi quelle migliori e cancellare le altre. La funzione foto a raffica è particolarmente utile quando si riprendono delle persone, perché permette di ridurre al massimo la probabilità di avere gli occhi chiusi.

La funzione HDR per contrasti forti

I tramonti sono tanto belli quanto difficili da catturare con gli smartphone. Il piccolo obiettivo di questi apparecchi fatica a fotografare soggetti in presenza di forti contrasti di luminosità, come nel caso delle esposizioni controluce o, appunto, dei tramonti. In questa situazione viene in aiuto la funzione HDR. HDR, acronimo che sta per “High Dynamic Range”, significa che la fotocamera scatta contemporaneamente più foto, ognuna con una diversa esposizione, e poi le combina insieme. Il risultato sono scatti chiari, con la luce uniformemente ripartita, dall’aspetto però talvolta anche un po’ kitsch o artificiale.

Combinare le foto

Icona app PicsArtSe desiderate creare una tipica cartolina, disponendo una selezione di bei soggetti su una sola foto, allora potete utilizzare un’app per collage. L’applicazione gratuita PicsArt, oltre a offrire varie funzioni di editing delle immagini è in grado anche di realizzare collage. È possibile acquistare effetti o font supplementari a piacere.

iOS: PicsArt, gratis (acquisti in-app)
Android PicsArt, gratis (acquisti in-app)

Elaborazione delle immagini

Icona app PolarrPer migliorare ulteriormente delle foto già buone, è possibile elaborarle con una delle migliori applicazioni di editing per immagini. Polarr offre ampie possibilità di configurazione, mostra le modifiche in tempo reale e consente inoltre di annullare in modo illimitato le modifiche. Polarr è inoltre disponibile come applicazione a pagamento per Windows 10 e OS X (versione Lite gratuita) nonché come estensione browser per Chrome e Firefox.

iOS: Polarr, gratis (acquisti in-app)
Android: Polarr, gratis (acquisti in-app)

Editing fotografico professionale per i vostri scatti in viaggio

Per elaborare in modo professionale le foto e ottenere subito l’“effetto wow” direttamente sullo smartphone, potete provare Snapseed. Quest’app acquisita da Google offre numerose funzioni di elaborazione che consentono ad esempio di ruotare, mettere a fuoco, correggere i colori ecc. Snapseed convince per l’utilizzo ottimizzato per smartphone: basta sfiorare lo schermo verso l’alto o il basso per selezionare la funzione, sfiorare a destra o a sinistra per impostare l’intensità dell’effetto. La versione attuale presenta una nuova interfaccia ed è ancora più facile da usare.

Android: Snapseed, gratis
iOS: Snapseed, gratis 

Via quel palo!

App TouchRetouchSoggetto bellissimo, ma rovinato dal palo del telefono o da un cartello? Nessun problema con TouchRetouch. L’applicazione rimuove oggetti indesiderati dalle vostre foto, dai pali ai punti neri, grazie ai diversi strumenti a disposizione, come il pennello per i ritocchi e la gomma per cancellare, e a un’interfaccia molto intuitiva.

Android: TouchRetouch, CHF 2.–
iOS: TouchRetouch, CHF 2.–

Selfie nitidi

Icona app SelfieXQuando si desidera scattare un selfie, si utilizza la fotocamera anteriore a bassa risoluzione con la quale è possibile vedersi e mettersi in posa oppure si scatta alla cieca con la fotocamera posteriore a risoluzione più elevata. Grazie a “SelfieX” tutto ciò non è più necessario: l’app infatti guida l’utente con indicazioni vocali aiutandolo a posizionare correttamente l’iPhone e scatta poi la foto in modo sicuro, grazie al riconoscimento del volto, quando il viso si trova nel campo della fotografia.

iOS: SelfieX,
App gratuita dalle funzionalità similari per Android: Smart Selfie, gratuita

Ritoccare i volti

Icona app FacetuneSe il selfie non viene bene come sperato o se è necessario ritoccare un viso della foto, entra in campo “Facetune”. L’app non solo sbianca i denti o scurisce i capelli grigi, bensì permette anche di levigare impurità della pelle e di dare una nuova forma ai contorni. Un tasto “prima/dopo” aiuta a interrompere l’editing prima che il risultato diventi troppo irrealistico.

iOS: Facetune, CHF 4.–
Android: Facetune, CHF 4.–

Raddrizzare i lati storti

Icona app Perspective CorrectPer ottenere immagini architettoniche perfette si dovrebbero correggere le linee verticali. Ciò che nella fotografia analogica prevedeva l’impiego di obiettivi complessi può essere eseguito sullo smartphone con una semplice app chiamata Perspective Correct (iOS) o SKRWT (Android, iOS), ed ecco che tutte le linee verticali degli edifici diventano parallele!

Android: SKRWT, CHF 1.40
iOS: Perspective Correct, CHF 3.–, SKRWT, CHF 2.–

 

Foto: Keystone

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*

8 commenti

Read now