Siate creativi!
4 min

Siate creativi!

Formazione professionale da Swisscom

Swisscom conta circa 850 apprendisti. Scoprite di più sui posti di apprendistatoQui trovate i consigli più utili per candidarvi per un posto da Swisscom.

Roger Baur (testo), 16. November 2016

«Desidero candidarmi per la posizione descritta nel vostro recente annuncio. Le mie materie preferite sono matematica e sport. Nel tempo libero gioco a calcio.»

Non è una frase presa a caso, ma quella riportata in decine di modelli di lettera e di suggerimenti per chi è alla ricerca di un posto di apprendistato, e che si ritrova dunque in decine di candidature, comprese quelle inviate quest’autunno. Il problema: candidature di questo tipo o simili le ricevevamo anche 20 anni fa, ovvero in un’epoca in cui era ancora buona regola scriverle a mano e l’intero plico veniva inviato all’azienda per posta ordinaria. Ma nel frattempo molto è cambiato: c’è stato l’avvento di internet e, con esso, è arrivata prima l’e-mail poi la candidatura online. E pensate davvero che ciò non abbia avuto alcun impatto?

René Marques, ambasciatore e consulente per l’orientamento di Swisscom, dà qualche consiglio a chi si candida online.

Internet cambia le regole del gioco

«Sono stato in uno dei vostri shop, ho osservato i collaboratori e ho visto nei loro occhi la passione. La passione per i prodotti che vendono e anche per l’azienda. Posso capirla, dato che io stesso nutro un forte interesse per la tecnologia.»

«Le candidature online hanno in un certo senso rimescolato le carte. Oggi, creatività e originalità sono molto più importanti» afferma René Marques, ambasciatore e consulente per l’orientamento di Swisscom. E aggiunge: «Si può addirittura affermare che la libertà d’azione si sia estesa a tal punto che la modalità stessa della candidatura sia tornata a essere un criterio decisivo per la scelta. Essa contribuisce a esaltare attestati e curriculum o a svalutarli completamente, sebbene i voti restino importanti e debbano comunque raggiungere il livello richiesto dalla scuola professionale».

«Sempre più spesso riceviamo candidature video o contenenti addirittura siti web completi.»René Marques, ambasciatore per la formazione professionale e consulente per l’orientamento presso Swisscom.

Secondo Marques non si tratta di «trovare i migliori apprendisti della Svizzera, ma quelli che più sono adatti alla nostra azienda». Più che seguire modelli definiti, «una candidatura deve dare risposta a due domande fondamentali perché abbia buon esito: perché m’interessa apprendere questa professione? Perché voglio lavorare in quest’azienda?». La risposta a queste domande, prosegue Marques, non deve trovarsi solo nelle parole, ma anche in elementi visivi.

Tra le posizioni offerte da Swisscom vi è per esempio quella del mediamatico, una professione in cui assumono un ruolo centrale la grafica, i video e la fotografia, che possono quindi essere utilizzati nella candidatura. «Sempre più spesso riceviamo candidature video o contenenti addirittura siti web completi. Diciamo che negli ultimi anni abbiamo davvero visto di tutto» sorride René Marques compiaciuto, consigliando a genitori e insegnanti di «non reprimere per paura la creatività. I candidati vanno esortati esplicitamente ad analizzare con cura il profilo della professione e quello dell’azienda per essere ben informati.»

Che ci si candidi online od offline, è importante rispondere alle domande principali.

Colloquio di presentazione su Skype

«Cos’è quella cosa lì che vediamo dietro di te?»

«Hihi, scusatemi. È il mio narghilè. Avevo in mente di metterlo a posto.»

Ma la candidatura da sola non è sufficiente. Prima di arrivare al contratto di apprendistato, c’è il colloquio organizzato dalla direzione del personale. E anche in questo caso sempre più aziende ricorrono a Skype per il primo colloquio. Sono i collaboratori delle risorse umane a occuparsene via webcam scoprendo talvolta particolari interessanti. «Poster di modelli e modelle, scorte di alcool, mamme che passano l’aspirapolvere» racconta ridendo René Marques. Questo il suo consiglio: «Questo tipo di colloqui non è meno importante degli altri. Ciò significa per il candidato o la candidata: vestirsi opportunamente e scegliere un ambiente neutro e tranquillo».

Perché, per quanto queste nuove possibilità trasmettano una sensazione di maggior informalità, la ricerca degli apprendisti resta una faccenda seria. René Marques: «Entrambe le parti devono essere consapevoli del fatto che per l’azienda si tratta fondamentalmente di trovare l’apprendista giusto, ma che anche per l’apprendista è importante trovare il posto giusto.

SUGGERIMENTI PER LA CANDIDATURA DIGITALE PER UN POSTO DI APPRENDISTATO

  1.  
  • La domanda da porsi è: perché m’interessa questa professione? Perché voglio entrare in quest’azienda? Perché in questo settore? Le risposte a queste domande devono trovarsi nella candidatura.
  • La lettera di motivazione può anche comporsi parzialmente o in toto di elementi multimediali: video, componenti grafici, foto, ecc.
  • La candidatura mostra la tua personalità individuale. Guarda il lavoro degli altri per cercare ispirazione, ma alla fine crea qualcosa che nasca davvero dalla tua personalità.
  • Non rivolgerti a scrittori ombra. Prima o poi – al più tardi durante il colloquio di presentazione – le candidature scritte di sana pianta da altri (ad esempio dai genitori) vengono smascherate.
  • A dispetto dei canali digitali, sii puntuale ai colloqui di presentazione di persona.
  • Se ottieni il posto, non togliere il piede dall’acceleratore a scuola. Molte aziende chiedono di vedere anche gli ultimi attestati e se i voti sono decisamente più bassi, è possibile che il contratto di apprendistato venga annullato ancor prima di cominciare.

 

Partecipate alla discussione

Quali sono le vostre esperienze con le candidature online?

Read now