Picstars-App im Einsatz

La start-up “Picstars”

Farsi pubblicità con le “star” a buon prezzo

Grazie all’app Picstars gli ambasciatori del marchio postano sui loro social media sempre con il logo e l’hashtag dello sponsor ben in vista. In questo modo le PMI possono conseguire un raggio d’azione ampio con un budget ridotto. Un esempio è la concessionaria Autostern Zürichsee di Wädenswil.

A prescindere che si tratti di contatto col cliente, di flyer o di opuscoli, il marketing delle PMI si basa ancora spesso e volentieri su metodi datati. La loro presenza digitale tramite il sito aziendale o la pagina Facebook ha un raggio d’azione limitato. I contenuti diffusi su queste piattaforme sono oltretutto scarsi. Le piccole e medie imprese dispongono inoltre di un budget molto ridotto per le campagne di marketing. Tuttavia, è possibile lanciare tali campagne anche con mezzi finanziari modesti, ad esempio grazie a Picstars. Questa start-up zurighese punta sul raggio d’azione degli ambasciatori del marchio nei social media, come atleti o artisti. Ha sviluppato un’app che permette a tali ambasciatori di pubblicare su Facebook, Twitter e Instagram sempre con il logo e l’hashtag dello sponsor. Solitamente le aziende possono selezionare dalla banca dati dei talenti di Picstars un ambasciatore adatto, ma nel caso di Autostern Zürichsee è andata diversamente. La concessionaria di Wädenswiler aveva già la sua ambasciatrice prima di collaborare con Picstars: la tennista professionista Belinda Bencic. “Belinda è diventata la nostra ambasciatrice grazie a una fortunata casualità”, dichiara Roger Stocker, direttore dell’Autostern Zürichsee. “Uno dei nostri meccanici in passato aveva giocato a tennis con lei. Suo padre, che a sua volta conosce Ivan Bencic (il padre della giocatrice), è venuto da noi e ci ha fornito il contatto.”

Roger Stocker, direttore dell’Autostern Zürichsee. Foto: Tanja Demarmels

Un raggio d’azione più ampio grazie alla rete dell’ambasciatore

Autostern Zürichsee era alla ricerca di uno strumento per sfruttare al meglio il partenariato con Bencic. E lo ha trovato nell’app Picstars: “con Picstars possiamo controllare con precisione le attività concordate con Belinda e inserirla, in qualità di ambasciatrice del marchio, nella nostra comunicazione”, spiega Stocker. “È estremamente importante sapere cosa otteniamo dalla collaborazione con Belinda, e questo in modo concreto e quantificabile”. Nell’app l’ambasciatore può scegliere la foto o il video desiderato come pure il relativo sponsor. Le immagini possono essere poi elaborate con vari overlay, contenenti il logo dell’azienda e l’hashtag. In ultima istanza, all’ambasciatore non resta che definire il canale su cui postare e pubblicare il contributo nella sua rete personale. Al momento l’app Picstars permette di postare su Facebook, Twitter e Instagram. Altre piattaforme come Snapchat dovrebbero essere disponibili in futuro. Lo sponsor ha a disposizione il cosiddetto “cockpit”. Grazie a questa schermata di controllo generale può monitorare in tempo reale il raggio d’azione delle singole campagne e la relativa monetizzazione. Picstars utilizza una tecnologia propria per misurare il raggio d’azione dei contributi e le interazioni da questi derivanti. Così lo sponsor può definire quanto vale per lui un like, un commento o una condivisione e stabilire un limite di budget per la campagna. Le spese e i successi di una campagna sono in questo modo sempre trasparenti.

Grandi emozioni con un budget ridotto

Per Bencic il grado di diffusione e il numero di persone che rispondono ai suoi contributi non hanno importanza. Il suo contratto prevede solo che pubblichi due post al mese via Picstars. Ed è libera di scegliere la relativa foto e il relativo testo. Autostern Zürichsee le fornisce esclusivamente determinati hashtag e, in occasione dei tornei, degli slogan adeguati. Da gennaio Bencic ha pubblicato tre post. “Abbiamo raggiunto numeri incredibili”, spiega Stocker. “Oltre 3,6 milioni di persone hanno visto i tre post e oltre 19 000 hanno reagito con like, commenti e condivisioni”.

Stocker ha notato gli effetti delle campagne Picstars. Ha ricevuto feedback positivi non solo da amici su Facebook, ma anche dai clienti durante i colloqui di vendita. Proprio in tale contesto anche i suoi collaboratori traggono vantaggi dalle campagne di marketing: “il legame emotivo fra l’Autostern Zürichsee e Belinda Bencic è di grande valore e di grande aiuto ai venditori per instaurare e consolidare il contatto con i clienti”. Suscitare emozioni già con un budget ridotto: questo è per Stocker il punto di forza dell’app Picstars. E vale per ogni tipo di PMI: “in fin dei conti tutto ruota sempre attorno alle emozioni.”