Realtà aumentata e streaming dal vivo: le nuove frontiere del 5G
3 min

Da bordo a centro pista

Colonna: Cosa l’Innovation Manager 5G, Matthias Jungen, si aspetta dalla rete 5G sulla pista e a bordo pista.

Sono molto legato alla città di Lenk. Vi trascorro quasi tutti i fine settimana per sciare, praticare snowboard, sci di fondo e curling, e aiuto come assistente durante la Coppa Europa di snowboard cross. Durante la competizione riesco quasi sempre a trovare del tempo per seguire dal vivo alcune gare.

Gli snowboardisti sono un vero e proprio spettacolo: percorrono coraggiosi piste mozzafiato e lottano su ogni millimetro per aggiudicarsi il podio. Basta un piccolo errore per far uscire di pista lo snowboarder e farlo cadere. Difficilmente, però, mi capita di assistere alle cadute durante la gara; solitamente gli atleti mi sfrecciano davanti per pochi istanti per poi sparire subito dietro la collina successiva.

Diretta streaming in tempo reale e senza ritardi

Mi piacerebbe poter assistere dal vivo a una gara, dall’inizio alla fine; ad esempio sul cellulare, se in quel momento non ho modo di seguire gli atleti dal vivo. So benissimo, però, che le gare di sport minori come lo snowboard cross riscuotono poco interesse mediatico. Per questo i canali TV rinunciano a trasmettere questi eventi in diretta. Del resto, con la tecnologia convenzionale è anche molto dispendioso. Se solo penso a quanti cavi bisogna allacciare per le videocamere!

Con una rete 5G sarebbe certamente tutto più facile. Videocamere wireless posizionate lungo la pista potrebbero trasmettere in studio l’enorme volume di dati delle immagini in diretta senza ritardi. Così, io e molti altri spettatori potremmo seguire la gara dal vivo sullo schermo del cellulare 5G. Ovviamente poi dovremmo fare attenzione a non perderci quello che accade dal vivo sotto i nostri occhi. Magari una vibrazione del cellulare mi potrebbe avvertire quando è il momento di guardare sulla pista reale.

Realtà aumentata (AR)

Gli occhiali AR fondono immagini reali e informazioni digitali. «Aumentano», di fatto, la realtà visibile. Per trasmettere praticamente in tempo reale (streaming) le informazioni digitali sugli occhiali o su uno smartphone, è necessaria una rete 5G con i suoi bassi ritardi (bassa latenza).

Realtà aumentata: confrontarsi con i migliori

E oso pensare ancora oltre: sarebbe fantastico se potessi confrontarmi con il vincitore mentre percorro il tragitto della gara! Già immagino. Prima della partenza non mi preparo solo mentalmente alla discesa, ma anche tecnologicamente: indosso i miei occhiali AR sui quali sono stati salvati i dati della discesa del vincitore. I sensori cuciti sugli indumenti dell’atleta di snowboard cross hanno registrato tutti i movimenti e li hanno poi trasmessi tramite rete 5G.

Mentre percorro la pista, sugli occhiali AR vedo la riproduzione virtuale della discesa del vincitore. Vivo in prima persona le prestazioni degli snowboardisti che mi sembrano aver tagliato il traguardo anni luce prima di me e mi ritrovo a constatare subito che, anche virtualmente, ho pochissime possibilità di raggiungerli.

A ogni modo non vedo l’ora che arrivi la nuova generazione di rete e renda possibili cose che oggi non riusciamo nemmeno a immaginare!

 

 

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*

Leggete ora