#byebyepublifon Giuria

 

Tanja Kammermann, 42

Corporate Journalist

Nelle cabine telefoniche ho raccontato la mia nostalgia di casa, ho confessato le mie scappatelle e ho fumato una sigaretta al caldo… E condivido in pieno idee creative e insolite per la riconversione.


Erich Stettler, 65

Ex disegnatore grafico di Taxcard®

Quando lavoravo alla Swisscom sono stato il creatore di (quasi) tutte le Taxcard®: circa 75 esemplari in totale. E ho sempre dato una mano ai turisti quando dovevano telefonare.


Res Witschi, 47

Responsabile sostenibilità presso Swisscom

Publifon è stato il primo telefono dal quale potevo telefonare senza che nessuno ascoltasse… 😉


Thierry von Kaenel, 56

Solution Consultant Payphone

Responsabile delle relazioni commerciali con i partner esterni (impresa di pulizie, svuotamento cassa, SBB Immobilien, Post Immobilien)
Responsabile analisi e reporting Publifon
Responsabile gestione ubicazione delle cabine telefoniche pubbliche per la Svizzera romanda (GE, FR, JU, VD, VS) e delle relazioni con le autorità comunali.


Heike Bazak, 42

Direttrice dell’Archivio delle PTT

Ho un legame verso Publifon sia nel privato che a livello professionale. Per quanto riguarda il privato, conservo a casa una Taxcard®, che prima tenevo sempre nel portafoglio per ogni evenienza. La Taxcard® si trova ancora a casa mia, perché ha acquisito per me un valore affettivo: nella cabina telefonica facevo telefonate che non volevo che i miei genitori ascoltassero. Da un punto di vista professionale potrei definirmi la custode di tutto quello che c’è da sapere sul Publifon. La cabina telefonica è stata tra l’altro un’invenzione svizzera! Già nel 1903, l’allora capo del reparto tecnico della direzione dei telegrafi di Berna, Louis Vanoni, progettò il primo apparecchio telefonico a pagamento. Gli elenchi telefonici che si trovavano nelle cabine telefoniche pubbliche (Publifon), sono ancora conservati da noi: un esemplare per ogni anno e regione. Alcuni elenchi hanno addirittura un foro in un angolo con cui venivano appesi nel Publifon. Come direttrice dell’Archivio delle PTT, il mio compito è mettere in comunicazione passato e futuro. Non stupisce quindi che ritenga straordinaria l’idea ad esempio di riconvertire un Publifon nel TARDIS di Dr. Who. Non vedo l’ora di conoscere le soluzioni per la riconversione.