A quale tipo di banda larga pensa di appartenere?
4 min

A quale tipo di banda larga pensa di appartenere?

Dominik Galliker (testo), milanhofstetter.ch (illustrazioni), 6 ottobre 2017

Swisscom prevede che entro quattro anni 17 svizzeri su 20 saranno connessi a internet con una velocità di almeno 100 Mbit/s. «A lungo termine ogni singolo comune riceverà un collegamento alla rete a banda ultralarga con copertura capillare», conferma Markus Reber, responsabile del reparto Estensione della rete. «In molti settori la digitalizzazione è già una realtà e con essa cresce il fabbisogno di velocità di trasmissione più alte». Nella rete wireline, il volume di dati raddoppia ogni 16 mesi, nella rete wireless addirittura ogni dodici: una sfida enorme per tutte le persone coinvolte! A questo punto sorge spontanea una domanda: ma chi ha bisogno di tutta questa larghezza di banda?

 

1. Il fan delle serie tv: la maratona digitale

Si torna a casa, si appende il cappotto, si gettano le chiavi sul tavolo, si accende il televisore e via: se una volta il martedì sera era riservato al poliziesco dopo il telegiornale, oggi i fan delle serie tv non si accontentano più e guardano un’intera stagione di «Game of Thrones» in un’unica serata. L’emittente online Netflix ha alimentato questo trend mandando in onda contemporaneamente la prima stagione di «House of Cards». In inglese esiste addirittura un termine specifico: binge-watching, traducibile in italiano con «maratona televisiva». In questo contesto l’accesso alla banda larga diventa quindi la tavola da pranzo.

Segue con passione tutte le serie e non può fare a meno della sua dose quotidiana di streaming? Allora l’abbonamento Swisscom One home M è la soluzione giusta per lei.

2. Il lavoratore. Sempre. Ovunque. Sicuro.

Il disco rigido appartiene al passato. Oggi si chiama cloud. Nel cloud tutti i dati più importanti sono al sicuro. E, nota ancora più importante, disponibili sempre e ovunque. Addirittura a tutti i membri del team, se necessario. Una possibilità offerta da strumenti collaborativi come Office 365 o Adobe Cloud, con i quali vengono velocemente caricate e scaricate montagne di dati nell’ordine dei gigabyte. Chi in questo caso rinuncia alla banda larga, è costretto a bere troppo caffè per ingannare l’attesa.

Lavora in mobilità, in team e salva i suoi dati nel cloud? Allora l’abbonamento Swisscom inOne home L quello che fa per lei.

3. L’eroe digitale

L’internet a banda larga salva la vita: quella del giocatore. Se internet è lento e quindi il ping alto, egli viene subito spazzato via dalla mitragliatrice virtuale prima ancora di riuscire a scovare il nemico. Se poi il giocatore acquista il suo software presso Steam, Origin o un altro negozio online, senza banda larga non funziona più nulla. Il nuovo gioco “Battlefield 1”, ad esempio, occupa la bellezza di 50 gigabyte di spazio. Beato chi riesce a scaricare velocemente questa massa di dati con una connessione veloce.

Se mezzo secondo di attesa può significare la morte virtuale mentre scarica contemporaneamente l’ultimo gioco, allora gli eroi digitali come lei dovrebbero puntare su inOne home L.

4. L’amante delle relazioni a distanza

La distanza non è un ostacolo. Amore, famiglia e lavoro non conoscono limiti. L’amore in America, la nonna in Australia, la nipote in Spagna, il responsabile di progetto a Berlino. Oggi si può comunicare facilmente con tutti e, grazie a Skype, addirittura in videochiamata. Le connessioni lente sono però nemiche delle relazioni: immagini a scatti e parole troncate rendono aggressivi, come conferma la scienza. Per l’amante delle relazioni a distanza, la banda larga ha quindi la stessa importanza dell’amore stesso. Soprattutto quando chiacchiera con l’aiuto del traduttore simultaneo integrato in Skype.

Non vuole avere grane con le sue relazioni a distanza? E vuole ottimizzare finalmente le immagini a scatti di Skype? Allora le consigliamo di passare all’abbonamento Swisscom inOne home M.

5. Il multiscreener

Il figlio gioca all’ultima versione di «Call of Duty» sul suo PC. La madre guarda la puntata di «Arena» di venerdì scorso alla TV. Il padre segue sul suo tablet la vendita all’asta su Ricardo, la figlia usa il suo notebook per chiamare l’amica di Sidney su Skype e in camera sua la nonna sta guardando un vecchio polpettone di Rosamunde Pilcher che aveva registrato la settimana prima su Swisscom TV 2.0. Tutti nello stesso momento. In questi casi la linea internet rischia di fondersi se la velocità di trasmissione è troppo bassa.

È il tipo multitasking che fa tutto contemporaneamente? O nella sua economia domestica albergano diversi tipi di banda larga? Allora non può rinunciare all’abbonamento Swisscom inOne home L.

6. Il fan della Smart Home

La sua casa è smart almeno quanto lui. In casa sua non entrano apparecchi che non possono essere integrati in rete: dalla smart-TV alla macchina per il caffè gestita tramite app fino alle lampade che lui aziona con lo smartphone, nella sua smart home si circonda di dispositivi intelligenti che possono essere connessi tramite internet. Per poter scaricare in qualsiasi momento ricette per il forno smart, le nuove suonerie per l’interfono per neonati e visualizzare immagini sullo smartphone direttamente dalla camera dei bambini o anche solo per aggiornare costantemente i software di tutti gli apparecchi, serve una larghezza di banda elevata.

Volete connettere a internet e al vostro smartphone tutti gli apparecchi nella vostra casa integrata in rete? Allora inOne home M è quello che fa al caso vostro.

 

Read now