Come utilizzare al meglio il crowdfunding
3 min

Come utilizzare al meglio il crowdfunding

Le innovazioni necessitano denaro. Quando si desidera sviluppare un nuovo prodotto, pubblicare un libro, dare inizio a un progetto artistico o realizzare una qualsiasi altra idea, occorre preventivare le necessarie risorse sia a livello di personale che finanziario. Non sempre un credito bancario è la scelta più adatta a ogni progetto. Soprattutto se questo si rivolge a un pubblico ampio, il crowdfunding potrebbe rappresentare una forma di finanziamento interessante. Grazie a questo metodo di finanziamento collettivo una gran quantità di persone sostengono la vostra idea con un contributo relativamente piccolo. Questo articolo vi darà alcuni suggerimenti per avviare un progetto di crowdfunding su Wemakeit, 100 Days, Kickstarter.

 

1. Scegliere la piattaforma giusta

Volete raccogliere un gran numero di sostenitori in Svizzera o nel mondo? In questo caso una piattaforma svizzera o statunitense è quello che fa al caso vostro. Se invece siete alla ricerca di investitori (privati), dovrete utilizzare una piattaforma di crowdlending. Qui trovate una panoramica delle piattaforme svizzere.

 

2. Far parlar di sé fin da subito

La campagna di crowdfunding vera e propria dura fra i 30 i 100 giorni, a seconda delle piattaforme. Per iniziare con successo dovete pubblicizzare il vostro progetto già prima di lanciarlo. Canali di marketing quali newsletter, pagine aziendali su Facebook, LinkedIn, Xing, Twitter, il proprio sito internet e, non da ultimo, i contatti personali sono strumenti ideali. Se farete parlare di voi in anticipo, conquisterete potenziali sostenitori fin dall’inizio.

 

3. Scegliere il momento adeguato

Pochissimi sono interessati a un sistema di luci per la bicicletta in pieno inverno (anche se sarebbe particolarmente importante proprio in quel periodo). E durante le ferie estive molte persone sono assenti. Per il lancio della campagna scegliete quindi un momento che vi permetta di attirare la maggiore attenzione possibile sul progetto.

 

4. Creare una storia

Date un volto al vostro progetto. Raccontate perché volete lanciare il progetto, qual è il vostro obiettivo e per quale motivo voi stessi ne siete entusiasti. E, poiché dietro un’idea si nasconde sempre una persona, non esitate a dare un tocco personale alla storia.

 

5. Offrire ricompense interessanti

Normalmente i sostenitori ottengono una controprestazione o un premio per il loro impegno. Tali ricompense devono rappresentare non un valore monetario, ma personale, ancora meglio se si tratta di qualcosa che non si può acquistare. Invitate i sostenitori al vernissage, offrite loro il prodotto prima della messa sul mercato, organizzate un aperitivo per i finanziatori nella vostra officina, ecc. Il sistema di ricompense può essere legato all’ammontare del contributo. L’esclusività del premio cresce dovrebbe crescere in maniera direttamente proporzionale.

 

6. Restare con i piedi per terra

Mirate a contributi realistici che corrispondano ai vostri bisogni effettivi. Questo contribuirà a dare credibilità al vostro progetto. Se poi superate l’obiettivo, ancora meglio!

 

7. Continuare a far parlar di sé

Utilizzate in modo intensivo i social media nel corso della campagna. Date informazioni sul suo andamento e sul tempo rimanente, continuando a invitare a partecipare. I social media sono strumenti interessanti poiché la maggioranza degli utenti conosce ed è affine al crowdfunding. In aggiunta potete utilizzare anche altri canali di marketing e intrattenere relazioni con i media per far conoscere il vostro progetto anche attraverso un articolo nella stampa quotidiana.

 

Maggiori informazioni:

Panorama delle piattaforme di crowdfunding in Svizzera

Una check list ricca di idee

Consigli per principianti

Lascia un commento

Il suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati.*

Leggete ora